poesia

Acronia ed erudizione nella lingua delle canzoni di Roberto Vecchioni
0

Acronia ed erudizione nella lingua delle canzoni di Roberto Vecchioni

aprile 15th, 2018 | by Luca Bertoloni
Roberto Vecchioni è senza dubbio uno dei cantautori più iconici della nostra tradizione. La carriera di Vecchioni autore ed interprete è piuttosto atipica: laureato in lettere classiche, per oltre quarant’anni ha...
Intervista a Maria Borio.
0

Intervista a Maria Borio.

aprile 6th, 2018 | by Greta Gerthoux
L’intervista è stata condotta da Greta Gerthoux, ex redattrice di Inchiostro. Dopo Pelliti, Policastro e Benigni, Inchiostro intervista Maria Borio, giovane poetessa contemporanea. Maria Borio è nata nel 1985, si è...
Tracce pasoliniane nell’opera di Claudio Baglioni
0

Tracce pasoliniane nell’opera di Claudio Baglioni

marzo 25th, 2018 | by Luca Bertoloni
«Forse qualcuno sarà invece sorpreso che un cantautore a lungo considerato disimpegnato come Claudio Baglioni abbia attinto linfa creativa dagli scritti romani di Pier Paolo Pasolini». Così Francesco Ciabattoni, giovane...
Sinestesia suadente: “La terra desolata” allo Spazio DiLà
0

Sinestesia suadente: “La terra desolata” allo Spazio DiLà

marzo 21st, 2018 | by Davide Cioffrese
For Ezra Pound: il miglior fabbro. Thomas Stearns Eliot, dedica iniziale di La terra desolata, 1922. Come si traspone sul palcoscenico un poema monumentale, ermetico e apparentemente privo di unitarietà diegetica e tematica: in...
Forze d’attrazione – Presentazione
0

Forze d’attrazione – Presentazione

marzo 13th, 2018 | by Davide Spinelli
Ogni nuova rubrica che si rispetti ha bisogno essenzialmente di tre cose: un giornale su cui pubblicare; un titolo chiaro e sincero; un’idea solida e genuina. Il giornale ce l’abbiamo: Inchiostro. Gli altri due elementi...
Versi e note soffiati dal vento ligure: ricordando Faber
0

Versi e note soffiati dal vento ligure: ricordando Faber

marzo 3rd, 2018 | by Raffaella Pasciutti
“Io non conosco molto bene la lingua italiana…” “E allora come riesce ad apprezzare le canzoni di De André, caratterizzate da testi molto elaborati e da numerose espressioni dialettali?” “In...
Divertissement e dissacrazione nella lingua de “Lo stato sociale”
0

Divertissement e dissacrazione nella lingua de “Lo stato sociale”

febbraio 23rd, 2018 | by Luca Bertoloni
La rubrica su lingua, poesia e canzone ha già avuto occasione più volte di parlare del post-modernismo linguistico in canzone che, nato sul finire degli anni ’70, è arrivato al grande pubblico negli anni ’90, e si è...
Tra tempo, parole e immagini: intervista a Corrado Benigni.
0

Tra tempo, parole e immagini: intervista a Corrado Benigni.

febbraio 15th, 2018 | by Gianmarco Gronchi
Corrado Benigni è nato nel 1975 a Bergamo, dove vive e lavora. Ha pubblicato diversi libri di poesia: Alfabeto di cenere (LietoColle, 2005); Tribunale della mente (Interlinea, 2012). Nel 2010 la sua silloge Giustizia è stata...
Jimmy Damasi: un rock che “graffia” dolcemente
0

Jimmy Damasi: un rock che “graffia” dolcemente

febbraio 6th, 2018 | by Raffaella Pasciutti
Quando si fa riferimento alla musica rock, è inevitabile pensare immediatamente a una corrente musicale caratterizzata dalla creazione di testi dai toni accesi e ribelli. E non si può di certo definire un’idea...
La solitudine nel simbolismo di Enrico Ruggeri
0

La solitudine nel simbolismo di Enrico Ruggeri

dicembre 10th, 2017 | by Luca Bertoloni
Tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’80 entra in scena nella storia della canzone italiana la cosiddetta seconda generazione dei cantautori che, secondo Paolo Talanca, afferma il periodo maturo dell’età grammaticale...