Torneo 6 Nazioni – Italia sotto zero

Disastro. Questa è la parola che meglio riassume la partita degli azzurri contro la Francia giocata domenica scorsa allo Stadio Olimpico di Roma. Un risultato che parla chiaro e che per l’Italia rasenta la vergogna: 0-29, per gli avversari ovviamente. Una figuraccia davanti al pubblico di casa, o meglio una figuraccia sotto gli occhi di tutto il popolo del rugby.

Contro i cugini transalpini l’Italia ha disputato quella che finora è stata senza dubbio la partita più brutta del suo 6 Nazioni. Una sconfitta che brucia e che di fatto cancella i ricordi felici della vittoria contro la Scozia di due settimane fa. Abbiamo perso malamente, nonostante gli avversari fossero tutto meno che imbattibili, a tratti confusi e nervosi quanto noi. I francesi infatti stanno vivendo un 6 Nazioni complicato e criticato, tanto da ritenerlo uno dei peggiori mai giocati dalla loro nazionale. Eppure hanno portato a casa la vittoria quasi con semplicità, sfruttando i nostri errori per la maggior parte degli 80′ di gioco.

La Francia ha (in parte) salvato la faccia, noi invece ce l’abbiamo rimessa, complice quello 0 sul tabellone che gela il sangue e ogni speranza positiva per il futuro. Colpa dei tanti e soliti errori che questa volta si sono rivelati i perfetti ingredienti per il disastro.

Italia_RugbyAbbiamo assistito a un match di logoramento, in cui il possesso palla degli azzurri è andato via via scomparendo a causa di passaggi persi al limite del ridicolo. Eppure il match sembrava cominciato bene per i nostri: nei primi 20′ infatti l’Italia ha preso l’iniziativa imponendo agli altri il proprio gioco. Una tecnica efficace, che però ha comportato qualche rischio di troppo che non abbiamo saputo gestire. Quello è stato il momento in cui i francesi hanno iniziato a prendere vantaggio grazie ai calci di punizione, chiudendo all’intervallo sullo 0-9.

Il secondo tempo è perciò iniziato con la necessità di concretizzare le nostre azioni, in modo da accorciare le distanze. I sogni di un possibile recupero sono però stati spazzati via dalla prima meta degli avversari, che li ha portati sopra di 19 punti. Contro una Francia così sarebbe stato logico approfittare della situazione e ricominciare ad usare la testa, oltre al cuore. Gli azzurri invece si sono lasciati prendere dal panico, con azioni sconclusionate e palloni persi nei modi più improbabili. Abbiamo pagato ogni singolo sbaglio commesso fino al minuto 82, quando i rivali hanno segnato la seconda e ultima meta del match.

La costante della partita sono stati gli errori da parte di entrambe le formazioni, ma l’esperienza dei transalpini ha saputo fare la differenza. I ragazzi dell’ItalRugby invece sono tornati a casa con l’amaro in bocca e la consapevolezza che un’altra occasione del genere sarà difficile da rimediare. Il rugby è uno sport in cui le incertezze si pagano una per una, senza sconti, e domenica ne hanno avuto l’ennesima conferma.

Con il morale sotto le scarpe, gli azzurri guardano avanti sconsolati al prossimo match di questo 6 Nazioni, che sabato giungerà alla sua quinta ed ultima giornata. Ad attenderli il Galles che, a pari punti con Inghilterra e Irlanda, si gioca la vittoria della classifica generale dell’intero Torneo. Loro scenderanno sul prato dell’Olimpico per la gloria, gli italiani per difendere ciò che resta dell’onore. Prepariamoci a soffrire.

Un pensiero riguardo “Torneo 6 Nazioni – Italia sotto zero

  • Marzo 18, 2015 in 2:48 pm
    Permalink

    No!!! Non dovrebbe essere così !!!!! Che molto peccato !!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *