“Spazio” ai mostri

di Arianna Sesso

Rosa e Olindo

11 Dicembre 2006: tre donne e un bambino vengono barbaramente uccisi nella loro casa. Ovviamente mi riferisco alla strage di Erba. Le prime accuse sono rivolte ad Azuz Marzouk, marito di Raffaella Castagna. Lui, tunisino, secondo i soliti pregiudizi, sembrava l’assassino perfetto. E invece i carnefici di questa terribile strage sono due italiani, i vicini di casa che, a quanto dicono, erano infastiditi dal troppo rumore proveniente dall’appartamento accanto.
Questi due assassini ora fortunatamente in carcere, hanno un loro blog, uno space (http://www.myspace.com/rosa_olindo), dove si definiscono come «..una coppia di persone perbene che vogliono stare tranquille…». E quello che più mi sconvolge, e spero che sia un’opinione condivisa, è il fatto che su questo space loro hanno anche 55 amici che lasciano commenti in loro favore e gli chiedono consigli su come affrontare i vicini di casa fastidiosi.
Non bastava non essersi pentiti del massacro, non bastava aver descritto nei dettagli il delitto senza mostrarsi almeno dispiaciuti per quello che hanno fatto, hanno anche uno space.
Non ci sono parole adatte per commentare questi fatti ne il fatto che ci sono persone che visitano il loro blog e mandano loro frasi di sostegno. Come se quello che hanno fatto non contasse niente. Come se non fossero dei mostri ma degli eroi.

Un pensiero riguardo ““Spazio” ai mostri

  • Marzo 29, 2008 in 12:34 pm
    Permalink

    Grande Ari!!!!Ottimo articolo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *