SALLUSTI SOSPESO DALL’ORDINE… ANZI, NO

di Stefano Sfondrini

Era notizia di qualche giorno fa, ma non è durata a lungo: Alessandro Sallusti, sospeso dall’Ordine dei Giornalisti, è stato “riabilitato” in seguito all’assoluzione nel processo per evasione dai domiciliari. La sospensione era stata infatti «atto dovuto», ha spiegato il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Letizia Gonzales, in quanto era «aperto nei suoi confronti un procedimento penale». Oggi però il processo per direttissima a carico di Sallusti lo ha visto assolto: il giudice ha così deciso in quanto “il fatto non sussiste”, da che non è  mai stata violata nessuna norma. Nella tentata evasione, Sallusti era insieme agli operatori della polizia giudiziaria.

Intanto alcuni parlamentari, stanno promuovendo una raccolta di firme per chiedere la grazia al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – tra questi c’è anche La Russa, difensore (insieme a Valentina Ramello) di Alessandro Sallusti. La raccolta firme è stata promossa dal capo ufficio stampa del Pdl, Luca D’Alessandro. Resta infatti la condanna definitiva a 14 mesi di carcere per il reato di diffamazione.

Il direttore, presente in aula, ha accolto commosso la notizia della sua assoluzione. «Grazie a tutti gli amici di Twitter. Si torna a scrivere, e a combattere per più libertà e giustizia», ha scritto sul social network dell’uccellino. Combatterà anche per l’informazione, quella dei fatti e non delle falsità?

Un pensiero riguardo “SALLUSTI SOSPESO DALL’ORDINE… ANZI, NO

  • Dicembre 20, 2012 in 3:45 pm
    Permalink

    Che dire? I giornalisti più infingardi sono quelli che si ammantano delle parole più nobili. E non vale solo per “Libero”, purtroppo…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *