Il mostro della Laguna è tornato!

di Roberta Odicino

 

Dopo due gare non prettamente da campione del mondo, Casey Stoner ritorna alla vittoria su una pista che ama particolarmente, Laguna Seca. Stoner ha sì vinto e recuperato 5 punti sul leader del mondiale Jorge Lorenzo ma è ancora molto distante. Quei 32 punti che li separano sembrano un abisso, perché Lorenzo ha collezionato 5 vittorie ed è sempre arrivato sul podio o meglio è sempre arrivato secondo, l’unico che è riuscito a fermarlo o meglio a stenderlo è stato Bautista. Quindi questa vittoria va anche letta e giudicata in quest’ottica, probabilmente le speranze mondiali di Stoner si sono spente due Gran Premi fa, certo è che è sempre un piacere vederlo vincere.

A premiare l’australiano in questa gara è stata la scelta, apparentemente azzardata, di montare una gomma morbida mentre gli avversari hanno preferito la dura. Ovviamente Stoner ci ha messo del suo perché dopo essere stato passato al via dal compagno di squadra Daniel Pedrosa ha atteso il momento giusto per riprendersi il secondo posto e partire all’inseguimento di Lorenzo che sapeva di poter superare, ma anche in questo caso non ha forzato e ha scelto il momento migliore per prendersi la testa della corsa e da lì la sua vittoria non è più stata in discussione. Il mostro della Laguna sembra quindi essere tornato in sé dopo due errori a dir poco incredibili, la speranza è che continui su questa strada, così da poter vedere una spettacolare seconda parte di stagione.

L’altro protagonista della gara, Jorge Lorenzo, ha cercato di vincere ma una volta resosi conto della superiorità di Stoner ha saputo “accontentarsi” del secondo posto, sapendo comunque che la situazione in classifica cambia di poco ed è ancora a suo favore.

A occupare l’ultimo gradino del podio ci ha pensato Daniel Pedrosa che, nonostante abbia fatto bene per tutto il weekend, è mancato proprio in gara dove ha ben presto perso contatto con Stoner e Lorenzo facendo gara in solitaria, di buono per lui c’è che mantiene comunque la seconda posizione del mondiale e attualmente sembra ancora l’unico a poter (almeno matematicamente) infastidire Lorenzo.

Chiudiamo con il sempre più disastroso capitolo Ducati che vede un po’ di luce solo con Nicky Hayden che ,nella gara di casa, riesce ad ottenere un buon 6° posto, una buona notizia per lui è arrivata qualche giorno prima della gara con la riconferma nel team Ducati anche per il prossimo anno, che definirei strameritata. Mentre il totoscomesse su dove andrà il prossimo anno Rossi continua a Laguna Seca il “Dottore” non ha fatto prettamente una bella figura, dopo essere stato per tutta la gara all’inseguimento del suo compagno di squadra è stato sbalzato via dalla sua Desmosedici a pochi giri dal termine, che questo sia un segnale?!

E così un’altro weekend di gara si è concluso, ora ci aspetta una mini pausa estiva, si tornerà a correre il 19 agosto a Indianapolis dove ritroveremo anche la Moto2 e la Moto3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *