Calcio a 7 femminile intercollegiale – Cottarelli più Ferrarini: per il Maino non c’è scampo

di Matteo Conca

Una vittoria che non ammette repliche. Il Nuovo stravince la partita contro il Maino, valevole per la terza giornata del torneo intercollegiale di calcio a 7 femminile: così facendo si conferma in testa nel girone A. Le giallo-verdi rifilano un categorico 3-0 al Maino grazie alle reti di Cottarelli (doppietta per lei) e Ferrarini. Il Maino adesso è scavalcato in classifica dal Castiglioni, al momento primo a pari merito con il Nuovo. Un match sostanzialmente a senso unico, con il Nuovo che ha creato molte occasioni riuscendo a trasformarle in gol. Al contrario, il Maino ha fatto un deciso passo indietro rispetto alle due precedenti partite. Lo si può notare anche dalle parole delle protagoniste delle due squadre, ossia Federica Malfatti e Chiara Gabba, che Inchiostro ha avuto il piacere di intervistare nel post-partita.

«Oggi abbiamo adottato un nuovo schema, che funziona molto bene per la nostra tipologia di gioco e al tempo stesso ci ha consentito di esprimerci al meglio». Queste le parole di Federica Malfatti, giocatrice e capitana del Nuovo. Come darle torto, visti i risultati che ha procurato il cambio di schema rispetto al passato. «Noi del Nuovo inoltre abbiamo avuto un forte ricambio generazionale, perché sono entrate delle nuove leve. Il nuovo schema ha fatto sì che riuscissimo pienamente a valorizzarle», prosegue Malfatti. Riguardo la gara, invece: «Conoscevamo bene l’avversario avendolo studiato molto, e abbiamo giocato di testa. Ci siamo adattate al loro gioco e siamo riuscite a farlo bene».
Riguardo il pareggio di sette giorni fa contro il Borromeo, la Malfatti lo cataloga come un incidente di percorso poiché «il Borromeo ci ha sempre dato problemi negli anni, perché loro hanno una tipologia di gioco che ci annulla. Tuttavia abbiamo capito i nostri punti deboli e siamo riuscite a lavorarci tatticamente». Parlando invece del confronto decisivo fra due settimane contro il Castiglioni, Malfatti ci tiene a sottolineare come «loro sono il nostro avversario storico: ce la metteremo tutta per portare a casa un buon risultato e valorizzarci come siamo riuscite a fare oggi». Alla domanda sui possibili traguardi futuri, «il nostro obiettivo principale è dare il meglio in ogni partita – per di più stiamo crescendo tanto durante il torneo. Rispetto all’inizio siamo molto più cariche e adesso le altre squadre devono temerci».

Sul fronte opposto, non può certamente essere soddisfatto il Maino, come traspare dalle parole di Chiara Gabba: «Sicuramente il Nuovo è superiore alle avversarie che avevamo affrontato. Tuttavia, a differenza delle altre partite, non siamo riuscite a essere cattive e grintose. Cosa che invece è riuscita meglio a loro». Parlando invece in ottica secondo posto, Gabba ci tiene a sottolineare che «se ci impegnamo come abbiamo fatto nelle ultime partite è ancora possibile arrivare seconde. Chiaramente questo dipende prima da noi e poi anche dal risultato delle altre. Speriamo anche di recuperare qualche giocatrice, che oggi era indisponibile». Per quanto riguarda invece la possibile vincitrice finale, secondo la giocatrice del Maino «la favorita è il Golgi, al secondo posto metterei il Nuovo. Comunque anche il Cardano è un avversario da non sottovalutare».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *