Da Clash a Uomo, la rinascita del rap italiano

aprile 16th, 2019 | by Giorgio Di Misa
Da Clash a Uomo, la rinascita del rap italiano
Musica

Se vi steste chiedendo che fine stia facendo il rap, soprattutto il rap italiano, questo è l’articolo giusto.
Sono 3 anni che la trap music ha rivoluzionato le classifiche italiane e internazionali: Sfera Ebbasta “distrugge” record, Young Signorino “distrugge” la musica e gli altri “distruggono” senza freni liriche e ritmi.
Il 2019, però, mette un punto fermo ad un degrado liricistico che per troppi anni ha imbrattato le tag di coloro i quali hanno reso il rap vera e propria poesia contemporanea.
Sul finire del 2018 i Cor Veleno e i Colle Der Fomento si sono risvegliati da un torpore discografico di 10 anni portando sul mercato due dischi di elevata caratura, sia contenutistica sia liricistica, aggiornando il sound e ricordando al popolo musicale che la vecchia scuola ha ancora tanto, o forse troppo, da dire.
I vecchi “amori”, sopiti nello scaffale colmo di cd, a volte si risvegliano: è questo il caso di Ensi e Mondo Marcio.
Il primo, a inizio febbraio, è tornato con Clash, un disco dove il rapper torinese mostra ciò che è ed è stato il rap italiano. Il ritorno delle metriche ricercate e del freestyle, accompagnato da produzioni che si sposano perfettamente alle esigenze stilistiche e artistiche di Ensi, rendono Clash un disco irrinunciabile.
Mondo Marcio, l’8 marzo, ci regala ciò che ad oggi è il miglior disco rap del 2019, Uomo!, un disco completo, liricamente tanto ricercato quanto semplice. Con incastri metrici e flow che “prendono a schiaffi” mezza scena trap/rap; la produzione regala sia sonorità americane californiane sia un boom bap mai stantio.
Il rap non chiede storie fantasy, vuole solo realtà, vita vissuta, e Mondo Marcio e Ensi ne racchiudono tutta l’essenza in un mix perfetto.
La labirintite musicale degli ultimi anni sta svanendo? Credo di si. Sicuramente questi due progetti daranno una sferzata importante alla scrittura musicale contemporanea. Non ci resta che ascoltare.