InChiostroVeritas (26) – Lettera di una madre sulla vita

novembre 20th, 2013 | by Matteo Marogno
InChiostroVeritas (26) – Lettera di una madre sulla vita
Cultura

Oggi InChiostroVeritas fa qualcosa che non aveva mai fatto: lascia la parola a qualcun altro. Infatti, dopo l’articolo della scorsa settimana “Essere Madre”, ho ricevuto questa e-mail di risposta che non poteva assolutamente passare inosservata per il suo contenuto profondo e autentico, per la sua fame di vita che mi ha travolto in un mare di riflessioni. Spero che la apprezzerete, proprio come ho fatto io.

Grazie R., che mi hai permesso di pubblicare queste tue parole. Grazie di cuore.
Come sempre: non ridere, non piangere ma comprendi.

Buongiorno Matteo,
Complimenti per il tuo articolo, ma soprattutto per il tuo  quotidiano impegno nello scrivere per tutti!
Ho letto con attenzione perché il mio essere madre sta mutando…nel rapporto con mio figlio adolescente che giornalmente mi ripete: «Mamma, crea il distacco!»
Ma come? Mio figlio, il mio bambino che fino a ieri dipendeva totalmente da me vuole il distacco? Ma io sarò madre per sempre, per me sarà sempre il mio bambino. Questa autonomia che lui cerca, che lui sperimenta un po’ mi spaventa e un po’ mi gratifica. Gli adolescenti pensano di essere come Achille, si dimenticano, o meglio, sono inconsapevoli del loro tallone. Pensano di sapere, di saper fare, come se fossero invulnerabili alle avversità della vita. Noi mamme, invece, siamo consapevoli di quel tallone, così fragile, così presente e lo avvolgiamo con tutta la nostra forza, il nostro amore cercando di sostituirci a quel pezzettino immortale, diventando il simbolo dell’illusione di quel SEMPRE.
Sai, il dolore causato da una tragedia che ha coinvolto e avvolto la mia vita, ha reso me madre e L. figlio un unico tallone. Il dolore ha spesso superato la speranza, il sempre ha ceduto il posto all’attimo. Mi sono sentita di nuovo FIGLIA, sai perché? Avrei voluto entrare nuovamente nella pancia di mia mamma per riavere l’unica protezione possibile.
Mai nella mia vita mi ero sentita così figlia. Mai nella vita mi sono sentita così Madre.

R.

inchiostroveritas@gmail.com
@ChiostroVeritas