Cogne: è davvero la FINE?

maggio 25th, 2008 | by Inchiostro
Cogne: è davvero la FINE?
Attualità

di Irene Sterpi

Franzoni AnnamariaAnna Maria è in carcere. Chi l’avrebbe mai detto che le sbarre si sarebbero richiuse davanti al suo viso sempre più impassibile? Dopo 3 cambi di avvocato, 6 anni di processi, talk-show e interviste, ormai mi ero quasi abituata a sentire parlare della Franzoni.
Sarà colpevole o innocente? I giudici hanno stabilito la colpevolezza, amici e conoscenti gridano la sua innocenza. Mah: in mezzo al caos mediatico che è scaturito dalla vicenda, non si farà mai del tutto chiarezza su quanto è accaduto.
Però è stato interessante osservare come le persone si siano appassionate al delitto: ore e ore di attesa di fronte al tribunale per riuscire anche solo a cogliere uno sguardo glaciale della mamma-assassina.
Di sicuro la popolarità di Cogne, il paese del delitto, è notevolmente aumentata in questi anni: chi c’è stato, me compresa, non ha potuto fare a meno di volgere anche solo un’occhiata fugace verso la montagna alle spalle del paese, dove si può distinguere senza troppa fatica la villetta della tragedia.
Cogne: da ridente paesino ai piedi del Gran Paradiso a luogo del mistero, dimora di un improbabile e mai trovato assassino di bambini.
Chiuso il capitolo processuale, si possono aprire le scommesse: quanto rimarrà in carcere la Franzoni?