Eminem è fuori con e come un Kamikaze

settembre 3rd, 2018 | by Giorgio Di Misa
Eminem è fuori con e come un Kamikaze
Musica

L’album che non ti aspettavi più. Cattiveria, flow e tanto dissing.

31 Agosto, diretta su Instagram, Eminem annuncia e diffonde il nuovo disco, Kamikaze. È un disco che non ti aspetti, lontano dalla linea pop dell’album precedente, Revival. Si ritrova sia Eminem sia Slim Shady (metà oscura del rapper di Detroit). I fan insoddisfatti di Revival si potranno ricredere. Tredici tracce, pregne di rap, hip-hop, flow e tecnicismi, con la spocchia di chi a 45 anni mette tutti a sedere. Le sue metriche da veterano di guerra rimangono sempre nuove, mai banali sempre adatte a qualunque tipo di basi, anche trap.

Dissing ne troviamo? Ovviamente si. La stroncatura di Revival è l’occasione per prendersela con tutto e tutti, infarcendola di una cattiveria sboccata e gratuita, per tornarea produzioni più dreiane. Un bombardamento continuo arriva nei confronti della scena trap. I vari Lil qualcosa vengono sbeffeggiati e caricaturizzati. Eminem è stanco dell’attuale scena, piena di tutti i luoghi comuni (scopare la tipa altrui, gioielli e codeina). Scimmiotta i Migos, dissa Vince Staples e 21 Savage ma soprattutto Drake e i suoi ghostwriters. Il resto dei pezzi sono un insieme delle tematiche più vicine a Eminem, i soliti problemi coniugali, la vita sentimentale discontinua, la strada, gli amici e la sua visione del mondo. La produzione è, come sempre, ineccepibile. Si passa dalle basi più tradizionali a schitarrate elettriche con melodie più rock, fino ad arrivare al boom-bap di Venom, traccia che sarà presente nell’omonimo film.

Molto apprezzata la copertina, omaggio a Licensed to Ill, l’album di debutto dei Beastie Boys, pionieri dell’hip hop ‘bianco’, uscito alla fine del 1986.  Insomma, Eminem veste i panni del nonno che ha fatto la guerra, sfodera i suoi tecnicismi e le sue metriche che non si sentivano da un bel po’. Insegna alle nuove generazioni a fare extrabeat puliti e ricchi di concetti.  Non è un album memorabile, ma resta il punto di vista di Eminem nella guerra tra rap e trap.

Dl5n7lOU8AAMOC6La tracklist di Kamikaze
1. The Ringer
2. Greatest
3. Lucky You featuring Joyce Lucas
4. Paul – Skit
5. Normal
6. Em Calls Paul – Skit
7. Stepping Stone
8. Not Alike featuring Royce 5’9″
9. Fall
10. Kamikaze
11. Nice Guy featuring Jessie Reyez
12. Good Guy featuring Jessie Reyez
13. Venom from the Motion Picture