Mostra del cinema di Venezia 2017: i vincitori

settembre 9th, 2017 | by Chiara Turco
Mostra del cinema di Venezia 2017: i vincitori
Birdmen

Si è svolta nella Sala Grande del Palazzo del Cinema di Venezia, la cerimonia di premiazione conclusiva della 74ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, anche quest’anno diretta da Alberto Barbera. Sotto la conduzione dell’attore Alessandro Borghipadrino della rassegna — sono stati assegnati il Leone d’oro al miglior film, andata a The shape of water, di Gulliermo del Toro e gli altri premi, dalla giuria della Selezione Ufficiale, quest’anno presieduta da Annette Bening e formata dalla regista Ildiko Enyedi (Ungheria), il regista Michel Franco (Messico), l’attrice Rebecca Hall (UK), l’attrice Anna Mouglalis (Francia), il critico David Stratton (Australia), l’attrice Jasmine Trinca (Italia), il regista Edgar Wright (UK) ed il regista Yonfan (Cina).

Per guardare il video della cerimonia, clicca qui.

21 le pellicole in gara nella Selezione Ufficiale a contendersi i riconoscimenti, così attribuiti:

Guillermo del Toro

Leone d’oro per il miglior film: The shape of water, di Guillermo del Toro;
Leone d’argento gran premio della giuria: 
Foxtrot, di Samuel Maoz;
Leone d’argento per la migliore regia: 
Xavier Legrand per Jusqu’à la garde;
Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: 
Kamel El Basha per L’insulto, di Ziad Doueiri;
Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: 
Charlotte Rampling per Hannah, di Andrea Pallaoro;
Premio Osella per la miglior sceneggiatura: 
Tre manifesti a Ebbing, Missouri, di Martin McDonagh;
Premio Marcello Mastroianni ad un attore o attrice emergente: 
Charlie Plummer per Lean on Pete, di Andrew Haigh;  
Premio speciale della giuria:
Sweet country, di Warwick Thornton;
Leone d’oro alla carriera: Robert Redford e Jane Fonda;

JaneFonda-RobertRedford

Sezione Orizzonti:

Premio Orizzonti per il miglior film: Nico, 1988, di Susanna Nicchiarelli;
Premio Orizzonti per la miglior regia: 
Vahid Jalilvand per Bedoone Tarikh, Bedoone Emza;
Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura:
 Dominique Welinski e Réne Ballesteros per Los versos de l’olvido, di Alireza Khatami;
Premio speciale della giuria di Orizzonti: 
Caniba, di Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor;
Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio: 
Gros chagrin, di Céline Devaux; 
Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile: 
Navid Mohammadzadeh per Bedoone Tarikh,Bedoone Emza, di Vahid Jalilvand;
Premio Orizzonti per la miglior interpretazione femminile: 
Lyna Khoudri per Les bienheureux, di Sofia Djama;

Il premio Venezia opera prima Luigi De Laurentiis è stato assegnato, dalla giuria presieduta dal regista francese Benoît Jacquot, al film: Jusqu’à la gard, di Xavier Legrand;

Il premio Venezia classici è stato assegnato, dalla giuria di studenti di cinema, presieduta dal regista Giuseppe Piccioni, al film: Va’ e vedi, di Elem Klimov.

Sala grande