Festival Milano Off: qualche buona ragione per andare a teatro

giugno 9th, 2017 | by Alice Ferraglio
Festival Milano Off: qualche buona ragione per andare a teatro
Birdmen

Vi hanno detto che il teatro ha fatto il suo tempo; l’amico cinefilo-esperto-di-nuove-medialità-e-forme-artistiche ha aggiunto che “adesso c’è il cinema!”, e voi, un po’ perché i pregiudizi sono duri a morire e un po’ perché i prezzi delle sale non spingono nella direzione di superarli, ve ne siete convinti. Bene, dall’11 al 18 giugno ritagliatevi del tempo per cambiare idea.

L’occasione è offerta dal Festival Milano Off, evento milanese in cui compagnie teatrali, nazionali ed estere si esibiranno per un totale di 50 spettacoli e 400 repliche. Diffuso sul territorio, il Festival coinvolge tredici spazi culturali, teatrali e non, connettendo le proposte artistiche alla dimensione urbana, così da rivitalizzare i quartieri ed evidenziare la dimensione costitutivamente partecipativa del teatro.

Giunto alla seconda edizione, il Festival propone un repertorio tanto vario quanto lo è il linguaggio teatrale. Orientativamente, quello che si troverà andrà dalla prosa più convenzionale al teatro danza, passando per il teatro circo fino al teatro di figura, mostrando come quella teatrale sia una pratica multiforme e irriducibile ad un unico modello.

E se questo non è ancora sufficiente, all’interno dell’evento potrete fare esperienza di performance interattive (Milano Video Memory Experience), partecipare a workshop e laboratori a tema teatrale, fermarvi ad una presentazione di libri.

Oltre ad essere allettanti, le proposte sono anche economicamente molto felici: i prezzi vanno da un minimo di 8 ad un massimo di 12 € per gli under 26 fino ai 15 per i non più under.

Con le sue proposte eterogenee e innovative, il Festival vi farà confrontare con una realtà diversa dall’immaginario polveroso e stantio che la parola “teatro” comunemente suscita; se siete scettici vi ricrederete, se siete amanti abituali della scena la vostra passione sarà rinsaldata da una ventata di novità.

Ricapitolando: la qualità è alta, i prezzi sono ottimi, Milano sarà ancora più bella e, cosa non da poco, potrete spiegare all’amico cinefilo-esperto-di-nuove-medialità-e-forme-artistiche che la sua visione di anacronismo creativo deve essere rivisitata. Servono davvero altre ragioni per non lasciarsi scappare l’evento?

Per informazioni più dettagliate consultate direttamente il sito.