I premiati al Festival di Cannes 2017

maggio 29th, 2017 | by Chiara Turco
I premiati al Festival di Cannes 2017
Birdmen

Con la cerimonia di premiazione dei film in Concorso, alla presenza della madrina Monica Bellucci, si è conclusa la 70ª edizione del Festival di Cannes: un’annata segnata dall’apertura ai film diIMG_2370 produzione Netflix (non senza polemiche) e – per la prima volta – alle serie TV, con la proiezione delle season première di Top of the lake (Jane Campion, 2013) e Twin Peaks (David Lynch, 2017).

Ad assegnare la Palma d’Oro per il miglior film – andata a The Square, di Ruben Östlund – e gli altri riconoscimenti, la jury des long mètrage, presieduta dal regista spagnolo Pedro Almodóvar e formata dalla regista Maren Ade (Germania), l’attrice Jessica Chastain (USA), l’attrice Fan Bingbing (Cina), l’attrice-cantante-regista Agnès Jaoui (Francia), il regista Park Chan-wook (Corea del Sud), l’attore Will Smith (USA), il regista Paolo Sorrentino (Italia) e il compositore Gabriel Yared (Francia).

18738387_1491256864228578_8247455895651049454_o

19 i film a contendersi i premi, così attribuiti:

  • Palma d’oro al miglior film: The Square, di Ruben Östlund
  • Grand Prix Speciale della Giuria120 Battements par Minute, di Robin Campillo
  • Prix de la mise en scène (miglior regista): Sofia Coppola per  The Beguiled
  • Prix du scénario (miglior sceneggiatore): The Killing of a Sacred Deer, di Yorgos Lanthimos ex aequo con You Were Never Really Here, di Lynne Ramsay
  • Prix d’interprétation féminine: Diane Kruger per In the Fade, di Fatih Akin
  • Prix d’interprétation masculine: Joaquin Phoenix per You Were Never Really Here di Lynne Ramsay
  • Premio della giuria: Loveless, di Andrey Zvyagintsev
  • Premio del 70esimo anniversario: Nicole Kidman
  • Short Film Palme d’Or: Xiao Cheng Er Yue (A Gentle Night), di Qiu Yang
  • Queer Palm (Feature): BPM (Beats Per Minute), di Robin Campillo
  • Camera d’Or al miglior primo film: Jeunne Femme/Montparnasse Bienvenue, di Leonor Serraille
  • Queer Palm (Short): Islands, di Yann Gonzalez

Ricordiamo anche i premi assegnati nei giorni scorsi, per le sezioni parallele al Concorso, dove l’Italia ha visto trionfare nella sezione Un Certe Regard Jasmine Trinca, come migliore attrice per il film Fortunata (Sergio Castellitto) e, per la sezione Quinzaine des Réalisateurs, A Ciambra (Jonas Carpignano) con la vittoria del premio Europa cinema label.

Un Certain Regard

2467142_2128_jasmine_trinca_cannes_1

  • Premio Un Certain Regard: Lerd,di Mohammad Rasoulof
  • Premio della Giuria: Las hijas de Abril, di Michel Franco
  • Miglior regia: Taylor Sheridan per Wind River
  • Miglior attrice: Jasmine Trinca per Fortunata
  • Premio speciale per la poesia nel cinema: Barbara, di Mathieu Amalric

Settimana Internazionale della Critica

  • Gran Premio Settimana Internazionale della Critica: Makala, di Emmanuel Gras
  • Premio Rivelazione France 4: Gabriel e a montanha, di Fellipe Gamarano Barbosa
  • Premio SACD: Ava, di Léa Mysius
  • Aide Fondation Gan à la Diffusion: Gabriel e a montanha. di Fellipe Gamarano Barbosa
  • Premio Scoperta Leica Cine del cortometraggio: Los Desheredados, di Laura Ferrés
  • Premio Canal+ del cortometraggio: The Best Fireworks, di Aleksandra Terpińska

Quinzaine des Réalisateurs

  • Premio Art Cinéma: The Rider, di Chloé Zhao
  • Premio Europa Cinema Label: A Ciambra, di Jonas Carpignano
  • Premio SACD: Un beau soleil intérieur, di Claire Denis ex aequo con L’Amant d’un jour, di Philippe Garrel
  • Premio Illy per il cortometraggio: Back to Genoa City, di Benoit Grimalt

Cinéfondation

  • Primo premio: Paul Is Here, di Valentina Maurel
  • Secondo premio : Animal, di Bahman e Bahram Ark
  • Terzo premio : Two Youths Died, di Tommaso Usberti