Turista per un giorno #2- A Natale puoi

dicembre 1st, 2016 | by Alice Parola
Turista per un giorno #2- A Natale puoi
Attualità

Bentornati alla rubrica “Turista per un giorno”! In questo articolo parlerò di qualcosa che ci tocca da vicino in questi fantastici giorni pregni di atmosfera natalizia: delle grandi occasioni che avremo in questo periodo di sperperare i pochi soldi che siamo riusciti a racimolare da tutte le merende saltate e tutti i caffè non consumati, nell’arco di questo anno accademico. Vorrei dirvi che sono una persona molto organizzata, che compra i regali uno a uno pensando a ogni singola persona, unica nel suo genere e al regalo che più le si addice. Vorrei consigliarvi piccoli negozietti, dove andare durante i giorni della settimana così da curiosare con calma e serenità. Ma siamo realisti, ciò non accadrà mai e sono sicura che non leggereste mai questo articolo in quel caso, quindi… Vi vorrei introdurre al fantastico mondo dei mercatini, fiere e negozi di Natale! In particolare vorrei parlarvi di quelle in cui sono stata e di ciò che ho provato nell’essere spintonata da persone esaltate per le compere natalizie, ma anche di tutto ciò che si può trovare in questi piccoli mondi magici! Ma andiamo in ordine.

Per non rischiare di allontanarsi dalla base universitaria ed essere colpiti da troppa acqua, nebbia o addirittura neve (cose tipiche che succedono al nord in questo periodo dell’anno) vi posso consigliare di iniziare dai mercatini che prendono il via in Piazza Vittoria a Pavia. Potrete gustare prodotti tipici pavesi e lombardi puntando sulla generosità dei proprietari dei banchetti che non mancheranno di ingozzarvi di piccoli assaggi, come se fosse venuta a trovarvi vostra nonna per le feste. Potrete gustarvi una cioccolata e una frittella ridendo dei bambini che cadranno mentre cercheranno di pattinare nella pista di pattinaggio sul ghiaccio, o perché no, esibirvi anche voi in qualche graziosa piroetta.

Se invece siete più temerari e volete trovare delle calze fatte a mano, perché quelle di vostra madre non vi bastano, o volete addentrarvi in grandi spazi pieni di gente in visibilio per tutto ciò che di artigianale c’è, vi posso consigliare L’Artigianato in Fiera a Milano. Vi basteranno 20 minuti di treno per arrivare in metro a Rho. Una volta arrivati troverete un mondo che “fa un baffo” a Narnia. Tantissimi espositori, di tutte le regioni italiane e da molti paesi del mondo, vengono qui ogni anno dal 3 all’11 dicembre per esporre in questa fiera prodotti di tutti i colori: dagli omini intagliati nel legno a collane fatte a mano, dai formaggi ai salumi di ogni genere, fino a giungere ovviamente ai prodotti tipici del rosso Natale. Per i regali io mi sono spesso affidata a questa fiera. Passerete una giornata diversa dalle altre: per quanto riguarda i ritmi, dovrete fare i conti con persone di ogni età e di ogni carattere, ricordate che il mondo è… vario. Accettatelo. Amate il cioccolato o il torrone? O il torrone al cioccolato? Anche qui se troverete davanti a voi una fila scomposta di persone saprete che in arrivo ci sarà sicuramente qualcosa di goloso e di gratis, soprattutto. Ma cosa potreste trovare da regalare? Sappiate che ogni più piccolo oggetto sarà molto probabilmente unico, fatto a mano e confezionato con molto amore, quindi avrete più di un punto a vostro favore, anche solo nel creare aspettativa in chi lo riceverà.

Se siete VERI appassionati di Natale e dopo il Black Friday avete ancora qualche spicciolo, ma non volete mangiare e volete stare su qualcosa di più chiccoso (non di meno affollato) vi consiglio di andare da Ecliss. Purtroppo il negozio non mi paga per fare pubblicità, anche se ne avrei bisogno perché con i regali di Natale le mie tasche si sono praticamente svuotate, ma nonostante questo ve lo voglio assolutamente consigliare anche solo per vedere l’allestimento del negozio. Ogni anno ad ottobre questo piccolo regno dell’arredamento chiude per un allestimento ad hoc fatto da qualche misterioso architetto, che deve veramente amare tanto questo periodo dell’anno. Ciò che ne viene fuori nelle settimane successive è quanto di più vicino al villaggio di Babbo Natale possa esserci. Un esempio? Vi sono orsi di grandezza quasi naturale vestiti con panciotti, frac e cappelli, che portano vassoi d’argento contenenti candele a forma di torte che viene voglia di mangiare. Anche solo a leggere questa frase, manca il fiato, lo so. Se all’Artigianato in Fiera potete trovare dei prezzi di tutti i tipi, qui i prezzi sono un po’ più alti ma vi assicuro che una pallina o due in vetro soffiato per mamma, potete assolutamente permettervele. Entrando vi innamorerete delle canzoni in filo diffusione al suo interno, ma non emozionatevi, l’unica cosa che non vendono è il cd con la playlist da loro scelta. E dire che ogni anno io ci spero e glielo faccio notare. Per concludere vorrei appunto consigliarvi di corredare questi giorni, il vostro viaggio di ritorno a casa dal supermercato o di ritorno da uno dei posti che vi ho consigliato, con qualche canzone natalizia: è l’unico momento dell’anno in cui avrete un buon motivo per ascoltare della musica strana, al riparo dalle persone acide, perché si sa, a Natale si è tutti più buoni!