Pavia Gourmet – Apoteca

novembre 16th, 2016 | by Federico Magnani
Pavia Gourmet – Apoteca
Pavia

Quanto contano per voi le apparenze?

Luogo

Piazza Vittoria è la piazza centrale di Pavia, e come quasi ogni luogo centrale in una città importante, tutt’attorno si trovano alcuni posti per mangiare.

Uno di questi è un nuovissimo ristorante, aperto da un mese circa, che si vuole far notare parecchio, e il “come” lo si scopre entrando.

Una volta dentro infatti non possiamo non essere abbagliati dal lusso sfrenato da cui è composto l’interno del locale. Il ristorante si dispone su due piani e ogni piano è un capolavoro di design.

È davvero difficile spiegare a parole tutto quello sfarzo, e per questo motivo, in via eccezionale, quest’articolo non sarà solo accompagnato da foto di cibo, ma anche del posto.

Lo spazio è illuminato da luci calde che ti fanno sentire a casa, il personale è cortese e dog-friendly (infatti, durante la mia permanenza quando un gruppo di persone aveva un cane con loro, la cameriera ha portato quasi subito una ciotola per il quadrupede!).

Lo staff è cortese e cercherà di venirvi incontro per ogni vostra esigenza, ed è davvero la ciliegina sulla torta del locale, perché è uno degli elementi che fanno la differenza tra una buona ed una pessima esperienza in un ristorante.

Il tutto condito da una colonna sonora che spaziava dai Pink Floyd a Frank Sintatra; davvero una meraviglia.

Cibo

Dopo un simile impatto, inutile dirlo, le mie aspettative sul cibo erano alle stelle. Le scelte del giorno erano abbastanza varie fra primi e secondi, quindi non è stato complicato trovare qualcosa che stuzzicasse il mio appetito.

Con mia inquantificabile tristezza ho trovato invece una pasta un po’ scadente a livello di sapore, e un po’ troppo al dente (oserei quasi dire cruda) a livello di cottura.

Passando ai secondi, ho (ahimè) avuto un’altra esperienza poco gustosa, perché il guanciale da me ordinato era pieno di nervi che hanno reso le bistecche l’equivalente di campi minati per il palato, e le patate di contorno, per quanto cotte a dovere, mancavano di sale. Una nota felice però è la polenta che ha accompagnato il guanciale, quella era impeccabile, e non trovandomi in provincia di Milano mi sono sorpreso di aver trovato un posto dove la polenta venga fatta bene.

Conclusione

Apoteca è un ristorante in una posizione centrale con prezzi accessibili che permette di mangiare un menù completo intorno ai 12€.

Hanno puntato moltissimo sull’impatto estetico del posto senza però curare altrettanto la qualità del cibo che offrono, che comunque, malgrado ne abbia parlato con parole colme di delusione, non è orribile; è semplicemente molto inferiore a quanto ci si aspetta vedendo il lusso del posto.

Al momento la consiglio a chi vuole fare un’ottima impressione e non ha altissime pretese in fatto di gusto. Detto questo c’è da tenere presente che è un posto dall’apertura freschissima, quindi è più che comprensibile che serva qualche mese di “assestamento” dove sono sicuro allineeranno la loro qualità culinaria con quella del luogo in cui si trovano.

Tornerò sicuramente per la cordialità dello staff, e per la quasi-certezza che settimana dopo settimana si sapranno migliorare sul lato cucina diventando uno dei must di Pavia in fatto di cibo.

IMG_20161107_122849 IMG_20161107_122855 IMG_20161107_124122 IMG_20161107_125911